24 febbraio 2012

BMW F900S


 La F800S, nel 2006 è stata a suo modo una moto di rottura per BMW, ha visto l'ingresso della casa bavarese nel segmento delle moto leggere, ha portato una nuova famiglia di motori bicilindrici paralleli e dal punto di vista tecnico portava con se parecchie "chicche". Da un annetto è uscita dai listini lasciando un certo spazio tra la sbarazzina R e la più turistica ST con cui condivideva gran parte della meccanica. Nel frattempo la comparsa della "cugina" F800GS ha sicuramente contribuito a diminuirne l'appeal.
 Recentemente il bicilindrico parallelo è stato oggetto di un upgrade in collaborazione con Husqvarna, BMW potrebbe montare l'unità che equipaggia la Nuda, cresciuta a 900cc, ed utilizzare il telaio a traliccio della serie GS anzichè il doppio trave della vecchia F800.
 Di questa invece rimangono il bellissimo monobraccio con trasmissione a cinghia, il serbatoio sotto la sella e l'impostazione generale della moto che a giudicare dalle foto dei tester non ha bisogno di ulteriori interventi.
 Il restyling, oltre al nuovo telaio, interessa soprattutto la parte frontale che segue le linee della S1000 ed allunga la semicarena fin sotto il radiatore e vede apparire due prese d'aria di sfogo sui lati.
 Il marmittone che incorpora il catalizzatore anzichè cromato come sulla vecchia F800 è ora rivestito in titanio. Il codino mantiene le fiancatine originali ma vede spostarsi le frecce sul portatarga e sparire il vecchio fanale rosso con uno nuovo a led rossi su vetro bianco, come sulla S1000.


Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento