9 luglio 2012

Tularis 800



 La Tularis 800 è stata progettata e costruita da un famoso astrofisico capo del progetto R&D Renault F1 : Robin Tuluiem; è dotata di un motore da motoslitta  rivisto e elaborato e di una ciclistica completamente inedita.  Il progetto è iniziato dal lontano 1997 quando Robin lavorava all’interno della Polaris (dal mix con Tuluiem il nome della moto).

 Il bicilindrico parallelo a due tempi con perni di manovella sfalsati di 180° (che inizialmente era di 700cc) , è stato maggiorato fino a 772 grazie a 85mm di alesaggio e 68mm di corsa. Così configurato e senza alcun tipo di ulteriore messa a punto, il motore erogava già 148 CV alla ruota (165 all’albero), allorché Tuluie ha allungato la corsa di altri 2 mm, portandola a 70, per un totale di 792 cc e 173 CV a 8700 giri all’albero, corrispondenti a 152 CV alla ruota.  Come se non bastassero l’ingegnere ha continuato lo sviluppo riuscendo ad avere altri 10 CV toccando la potenza record di 183 Cv a 8.700 giri (161 alla ruota).
 Questa potenza è rafforzata da ben 14,48kgm di coppia , valore superiore anche a quello delle MotoGP di 990cc. Oltre a questo paragone c’è da farne un’altro ancora più consono : le ultime 500 da GP vantavano potenze sui 180-190CV per 100/110 Kg… quindi si può capire quanto sia favorevole il rapporto peso/potenza della Tularis 800cc 2tempi. Tutte le sovrastrutture sono state costruite utilizzando materiali nobili e pregiati, per la ciclistica si è affidato a forcella e mono Ohlins e i cerchi sono forgiati. A parte questi particolari il resto è  stato costruito artigianalmente. La moto raggiunge così il peso record di 119 Kg, toccando così (ribadiamo) un rapporto peso /potenza davvero impressionante.

3 commenti:

  1. Veramente le ultime 500 avevano 180 - 190 cavalli

    RispondiElimina
  2. Aggiornato e corretto, rimane comunque un oggettino impressionante.

    RispondiElimina